Solidarietà ai compagni della casa cantoniera occupata di Oulx.

Consapevoli che ogni forma di repressione perpetrata dal potere non fermerà mai la voglia di abbattere ogni frontiera fisica e mentale posta ad ostacolo della libertà di tutte le individui, esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà alle compagne che stamattina si sono visti notificare il divieto di dimora dai comuni dell’alta valle di Susa, con l’accusa di avere occupato la casa cantoniera di Oulx e una stanza ubicata sotto la chiesa di Claviere

Viva le case occupate e tutte quelle persone che lottano per creare una cultura diversa, libera da ogni frontiera.

Barocchio Squat e affini 10 Giugno 2020

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *